Nata nel 1991 per volontà di Adolfo Pini (1920-1986), la Fondazione che porta il suo nome ha sede a Milano nell’elegante palazzina di fine Ottocento in corso Garibaldi 2.

Oltre ad Adolfo Pini, uomo di scienza e docente di fisiologia, qui ebbe dimora e studio il pittore Renzo Bongiovanni Radice (1899-1970), zio materno di Pini, che fu una figura chiave nella formazione culturale del nipote, guidandone in particolare l’interesse verso le arti.

Per volontà di Adolfo Pini la Fondazione è dedicata alla memoria dello zio, di cui egli è l’unico erede, e ha i seguenti scopi: la promozione e la valorizzazione dell’opera del pittore Renzo Bongiovanni Radice, attraverso studi e mostre, e il sostegno ai giovani artisti attivi in tutte le arti, attraverso borse di studio, offerte formative e altre iniziative.

Dal suo inizio la Fondazione recepisce questo mandato nel suo Statuto al quale aggiunge inoltre l’attività di promozione della figura di Adolfo Pini che, accanto alla sua attività scientifica, fu anche scrittore, compositore e appassionato d’arte, rappresentando una perfetta sintesi di cultura scientifica e umanistica.

La sede della Fondazione, al primo piano della palazzina di corso Garibaldi, comprende alcune sale nelle quali è esposta in permanenza un’ampia selezione di opere di Renzo Bongiovanni Radice, oltre ad altri dipinti, arredi e oggetti d’arte della sua collezione che restituiscono nel loro insieme l’atmosfera elegante e colta di una dimora alto borghese del primo Novecento.

News

Borse di studio 2016 Fondazione Adolfo Pini

Bando per l’assegnazione di 5 borse di studio Fondazione Adolfo Pini 2016 Destinate a giovani studenti e ricercatori per un’attività di specializzazione internazionale nei settori dell’arte e della creatività Scarica PDF Bando borse di studio Fondazione Adolfo Pini 2016 Scarica…

4.789 km di Case Museo

4.789 km di Case Museo Mostra - percorso attraverso venti case museo italiane

Festa per Laura sovrana lettrice e editrice

In occasione dell’uscita di Autobiografia di una femminista distratta di Laura Lepetit,  festeggiamo il prezioso lavoro di una delle pochissime editrici della nostra cultura ripercorrendo la sua carriera e la sua vita dedicata ai libri Liliana Rampello (critica letteraria) coordina…