INCONTRO #18 The Ultimate Boon

Ultimo appuntamento, giovedì 14 giugno alle ore 15.30 alla Fondazione Adolfo Pini in Corso Garibaldi 2, per il ciclo di INCONTRI #, che vedono gli studenti di Arti Visive della NABA – Nuova Accademia di Belle Arti e dell’Accademia di Belle Arti di Brera confrontarsi attraverso cinque “lezioni in mostra”. Per il terzo anno consecutivo infatti, giovani artisti dell’ultimo anno di entrambe le accademie

si misurano in una serie di lezioni – laboratorio aperte al pubblico. Il progetto è infatti nato nel 2016 con il proposito di coinvolgere i giovani allievi delle accademie milanesi in un programma di incontri e lezioni sperimentali tra dialogo e progettualità.

Sotto la guida di Adrian Paci e Gianni Caravaggio, il carattere laboratoriale del progetto si è sviluppato anche per questo ciclo di INCONTRI# tra ricerca scientifica e didattica, attraverso momenti di condivisione di esperienze, così come di analisi dei percorsi artistici dei singoli partecipanti. Uno dei principali intenti del laboratorio è infatti quello di offrire agli studenti, prossimi alla conclusione del proprio percorso scolastico, un punto di riferimento per esplorare una dimensione di confronto e di scambio in questo importante momento di passaggio. La Fondazione Adolfo Pini ha infatti dato, anche quest’anno, agli

studenti la possibilità di esporre e portare le loro opere al di fuori dell’ambito accademico, confermando ancora una volta la volontà di sostenere i giovani artisti e, in questo caso, anche l’arte contemporanea.

The Ultimate Boon è l’ultimo appuntamento del ciclo d’INCONTRI# di quest’anno, che ha visto negli ultimi mesi, 22 giovani artisti misurarsi con lo spazio espositivo della Fondazione Pini. Sotto la guida di Adrian Paci e Gianni Caravaggio e con il coordinamento di Leonardo Pellicanò, questo ciclo d’incontri si è proposto come laboratorio di idee e di nuovi progetti. Le cinque “lezioni in mostra” sono state l’occasione per avviare attive collaborazioni tra i giovani artisti che hanno concepito le loro creazioni non come singole entità ma come contributi ad un progetto collettivo.

INCONTRO# 18 funge da momento conclusivo di questo terzo ciclo in cui convergono le molteplici tematiche e i diversi immaginari toccati dalle mostre precedenti. Leonardo Pellicanò, coordinatore degli INCONTRI # di quest’anno, invita per l’ultima volta gli artisti a partecipare tramite la loro produzione pittorica. I quadri carichi di stratificazioni e narrazioni, selezionati in concomitanza con una rifunzionalizzazione dello spazio, vengono mostrati come elementi di una costellazione. Protagonisti i lavori di Ludovica Anversa, Matteo Cocco, Silvia Consonni, Mida Fiore, Leonardo Pellicanò, Francesco Puppo e Agnese Smaldone.

+