Pubblicazioni

Oltre alle attività culturali aperte al pubblico, la Fondazione ha curato una specifica attività editoriale dedicata sia all’opera di Renzo Bongiovanni Radice e al suo tempo, sia ad Adolfo Pini, e in particolare alla sua attività come scrittore, quindi alle collezioni della Fondazione stessa e alla sua storia.

Nel 1998, in memoria di Adolfo Pini, vengono pubblicati a cura della Fondazione una sua raccolta di poesie dal titolo “I sogni” e il romanzo intitolato E la rosa. L’isola del mondo”.

E’ del 2010 la pubblicazione del volume “ La Fondazione Adolfo Pini. Una storia milanese”, a cura di Cristina Cenedella, che rende conto delle attività della Fondazione nei cinque anni precedenti e ricostruisce inoltre con cura gli aspetti più significativi della genealogia delle famiglie Pini e Bongiovanni Radice, che sono fonte delle informazioni riportate nel sito. La pubblicazione riporta inoltre saggi critici sull’opera di Renzo Bongiovanni Radice a firma di Raffaele De Grada ed Elena Pontiggia alla quale si deve l’ordinamento della mostra permanente dei dipinti di Bongiovanni Radice. La pubblicazione è disponibile presso la Fondazione.

La nuova gestione della Fondazione, iniziata nel 2012, ha portato quindi a compimento, nello stesso anno, due importanti pubblicazioni, avviate dalla precedente gestione, con la supervisione di Flavio Fergonzi,

La prima, del 2012, “Renzo Bongiovanni Radice. Catalogo generale, di Denis Viva, raccoglie un’esaustiva ricerca sull’opera del pittore, con schede catalografiche di tutte le opere note presso la Fondazione e in altre collezioni, un regesto delle mostre e un’antologia critica, una biografia dell’artista oltre a una ricca bibliografia. La seconda, intitolata “Mostre d’Arte a Milano negli Anni Venti”, nasce da un’ approfondita ricerca storica condotta dall’autore, Massimo De Sabbata, dedicata ad un decennio significativo per Milano e la sua storia culturale, nonché periodo centrale per la formazione di Renzo Bongiovanni Radice.

Un terzo volume, del 2013, “Conoscere per valorizzare. La riscoperta di quattro tele inedite della Fondazione Adolfo Pini”, con un saggio di Andrea Dotti, rende conto di uno studio dedicato ad alcune importanti tele della collezione della Fondazione e ne argomenta l’attribuzione.

Tutti e tre i volumi, con la cura editoriale di Dalia Gallico, sono pubblicati da Allemandi & C. per la Fondazione Adolfo Pini e sono disponibili presso la sua sede.